L’acqua può essere utilizzata sia per esercitare la respirazione e i muscoli sia come luogo di rilassamento per facilitare la relazione madre-bambino.

Torna alle news

ACQUATICITA’ IN GRAVIDANZA

L’acqua può essere utilizzata sia per esercitare la respirazione e i muscoli sia come luogo di rilassamento per facilitare la relazione madre-bambino.

L’acqua è per l’attività fisica in gravidanza, perché permette l’utilizzo completo del corpo senza arrecare particolari carichi ad alcuni distretti a scapito di altri. La diminuzione della forza di gravità alleggerisce le articolazioni e i legamenti , mentre aumenta la capacità di resistenza fisica e respiratoria, aiutando a mantenersi in forma. L’acqua può essere utilizzata sia per esercitare la respirazione e i muscoli sia come luogo di rilassamento per facilitare la relazione madre-bambino. Pertanto, in assenza di controindicazioni, dobbiamo incoraggiare le gestanti ad intraprendere una attività fisica regolare e moderata di circa 20-30 minuti.

È preferibile effettuare gli esercizi di acquaticità con l’acqua che arriva alle spalle, la temperatura dell’acqua dovrebbe essere dai 28° ai 31° C. L’acqua di temperatura superiore è sconsigliata per l’attività di fitness mentre per il rilassamento è tollerata una temperatura sino ai 32-33°.

L’acqua apporta, dei benefici alla donna rispetto ai dolori alla schiena soprattutto a livello lombo-sacrale, quindi l’acquaticità può avere sia un effetto protettivo che terapeutico. Gli esercizi dovranno essere incentrati sulla colonna vertebrale che deve adattarsi all’aumento di peso, e a ridurre le sollecitazioni della regione lombosacrale rinforzando i muscoli addominali e migliorando il portamento. L’acqua riducendo il peso corporeo sottopone le articolazioni ad una minore sollecitazione, pertanto la donna riuscirà a muoversi più facilmente garantendo una migliore flessibilità del sistema articolare.

La ginnastica in acqua inoltre rafforza la muscolatura,  determina una ridistribuzione dei fluidi quindi  previene la comparsa di edemi

Sicuramente l’acquaticità fa sentire meglio la gestante anche da un punto di vista psicologico sia per gli effetti benefici legati alla riduzione di numerosi disturbi tipici della gravidanza ma anche facilitando il rilassamento, e la consapevolezza del proprio corpo aiutando ad avere una buona percezione di sé stesse e aumentando la stima per il proprio corpo.

Riduzione:
Lombalgia;
Crampi di affaticamento;
Sovraccarico articolazioni;
Edema arti inferiori;
Formazione vene varicose;
Emorroidi;
Stitichezza;
Ansia e paure.

Miglioramento:
Tono muscolare generale;
Allungamento muscoli della schiena;
Consapevolezza della zona perineale;
Postura;
Mobilitazione bacino e colonna vertebrale;
Capacità di trasporto nutrienti e ossigeno al feto;
Rilassamento;
Accettazione del corpo;
Relazione madre-bambino;
Libertà di movimento;
Qualità del sonno ed il riposo.