Le smagliature conosciute anche come striae atrophicae o striae distense sono una manifestazione molto frequente caratterizzata da atrofia, riduzione di spessore della cute. 

Torna alle news

SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA E PREVENZIONE

Le smagliature conosciute anche come striae atrophicae o striae distense sono una manifestazione molto frequente caratterizzata da atrofia, riduzione di spessore della cute. 

Le smagliature conosciute anche come striae atrophicae o striae distense sono una manifestazione molto frequente caratterizzata da atrofia, riduzione di spessore della cute.                  Le sedi maggiormente interessate dalle smagliature in gravidanza sono: addome, fianchi, seno. Le smagliature colpiscono il 50% delle gravidanze e la loro comparsa è più frequente al 6°-8° mese ed è dovuta a cause ormonali e a fattori meccanici, come il rapido aumento di volume dell’utero.                                                   
Nella maggior parte dei casi, una volta comparse le smagliature si possono solo attenuare.

Per questo la prevenzione è molto importante:
– l’uso di creme a base di sostanze elasticizzanti
– una alimentazione equilibrata ricca di acqua, proteine e vitamine antiossidanti (E, C, D)
– stile di vita attivo, praticando una leggera attività fisica: nuoto, yoga, ma anche camminare ogni giorno per almeno 30-40 minuti.
– niente fumo
– un aumento ponderale controllato

In gravidanza per prevenire la comparsa delle smagliature è possibile usare prodotti cosmetici  per massaggiare pancia, seno e fianchi  realizzate con sostanze dal potere elasticizzante come l’acido boswelico, l’elastina, il collagene, la vitamina E, antiossidanti, l’acido ialuronico, olii (di oliva, di mandorle dolci, di germe di grano, di Argan o di rosa mosqueta).

Indipendentemente però dal prodotto che si sceglie è importante che il massaggio sulle parti interessate venga effettuato ogni giorno, si può partire già dai primi mesi di gravidanza e far diventare così, fin da subito, questo momento una bella coccola quotidiana sia per la mamma che per il bimbo.

Dopo il parto l’evoluzione delle smagliature è varia ed anche il colore cambia, dopo la fase iniziale infiammatoria, rosa, rosso-violetto o rosso-bluastro diventa, in una fase successiva, cicatriziale, bianco madreperla o avorio spesso cangiante . Dopo il parto e l’allattamento per migliorare l’aspetto delle smagliature si possono fare dei trattamenti come i peeling chimici a base di differenti tipi di acidi che favoriscono la sintesi di collagene.  Possono inoltre essere effettuati trattamenti di radiofrequenza che attraverso il calore stimola la cute a produrre collagene ed elastina. Anche i laser possono essere d’aiuto. In particolare i laser frazionali e il Dye laser, indicato nelle smagliature rosse per uniformare il colore.